Progetto formativo richiedenti asilo

Progetto formativo per richiedenti asilo di Campli

Il progetto formativo per richiedenti asilo di Campli intende sviluppare la formazione di una coscienza della partecipazione attraverso la graduale conoscenza del contesto sociale nel quale tutti i Beneficiari  del Cas si trovano a vivere, ma nel contempo si vuole trasmettere ai cittadini il messaggio che non si profondono a vuoto risorse, che pure, lo Stato italiano è tenuto a sostenere in quanto firmatario di convenzioni internazionali a difesa dei richiedenti asilo.

Premesso che per i primi sei mesi di permanenza non è consentita dalla legge al richiedente asilo alcuna attività lavorativa, il protocollo prevede la sottoscrizione da parte del beneficiario di un patto di volontariato, nonché la disponibilità libera, volontaria e gratuita del migrante a rendere una o più prestazioni personali, volontarie e gratuite, individualmente o in gruppi, per il perseguimento delle finalità di carattere sociale, civile e culturale.

Io vedo che, quando allargo le braccia, i muri cadono.
Accoglienza vuol dire costruire ponti e non dei muri”
Don Andrea Gallo