Giornata mondiale del rifugiato, a Tivoli si fa integrazione con lo sport

Il Comune laziale ha ospitato “Corro ma non scappo”. Promosso dalla cooperativa sociale Tre Fontane, il progetto punta attraverso lo sport a sensibilizzare la cittadinanza sui temi legati all’accoglienza e all’integrazione nel territorio. Coinvolti un centinaio di migranti

Tivoli, 26 giugno – Il 24 giugno si è svolto a Tivoli “Corro ma non scappo”, progetto a cui hanno preso parte cittadini e una cinquanta di migranti ospiti di vari centri d’accoglienza. L’iniziativa, promossa dalla cooperativa sociale Tre Fontane in collaborazione con alcune associazioni locali per celebrare la Giornata mondiale del rifugiato, ha voluto coinvolgere e sensibilizzare la cittadinanza sui temi legati all’accoglienza e all’integrazione nel territorio.

Le attività sportive sono iniziate alle ore 17 quando cittadini e migranti si sono ritrovati al Parco Sogno di Malala di Villa Adriana (via Pugile 19) per partecipare, insieme, a una maratona di 3 km. A dare la partenza il sindaco di Tivoli Giuseppe Proietti.

Una volta che i corridori hanno tagliato il traguardo della mini-maratona, cittadini e beneficiari sono stati coinvolti in altri sport tra cui calcio, basket e tiro con l’arco.

“Corro ma non scappo” è stata anche l’occasione per conoscere tradizioni e usanze dei migranti originari dell’Africa subsahariana. Dal vivo si sono infatti esibiti in spettacoli di musica e danze tipiche del proprio Paese di provenienza, allietando la serata laziale.

“È stata una giornata scandita dalla voglia di integrazione e amicizia tra popoli”, spiega Marco Zonnino, Presidente della cooperativa sociale Tre Fontane. Il quale poi sottolinea: “Noi crediamo che è assolutamente possibile un’accoglienza che arricchisca i cuori e il bagaglio culturale di ognuno di noi”. E conclude con uno speciale ringraziamento: “Un grazie sentito a tutti i nostri collaboratori. Senza il loro impegno e senza i loro valori nulla di quello che abbiamo raggiunto si sarebbe potuto ottenere”.

Patrocinato dal Comune di Tivoli e sponsorizzato dalle società Decathlon e Network+Vista, l’evento ha coinvolto i centri d’accoglienza di Tivoli, Guidonia, Giannetta, Riserva Nuova, San Vito Romano, Pisoniano e Altipiani oltre a diverse associazioni: Tivoli Marathon, Podistica solidarietà, Sempre di Corsa, Panta Rei, Centro culturale Vincenzo Pacifici, Tivoli Libera Tutti e la Casa delle culture.